HOTEL AMAZONAS



present past location contact Aspmayr

2012 2015 2016 2017 2018 2019 2020 2021

ENGLISH DEUTSCH ITALIANO
RIFIUTO – DESERTO – MAGGESE
20. + 21.05.2017

DISPENDIO
17.06.2017

ARTISTI 2017
DJ Agathe Bauer - Julius Deutschbauer - Julia Frank - Thomas Herzig - David Jagerhofer - Krach & Halbnarr (Vinzenz Schwab, Andreas Stoiber) - Sepp Kusstatscher - Hanspeter Mayr - film: Bauer Unser (Robert Schabus) - Kathrin Schreier - Muriel Senoner - Andreas Trobollowitsch - Marianne Vlaschits - Ursula Winterauer & Benjamin Tomasi - & more

Hotel Amazonas su Fbook


RIFIUTO – DESERTO – MAGGESE

Noi crediamo nella necessità di nuove cartografie: al posto delle zone agrarie della monocoltura, dei terreni eccessivamente concimati e catalogati in base al profitto, siamo alla ricerca di terre abbandonate, rimosse, desertiche. Nelle aree urbane queste terre appaiono nei siti industriali abbandonati dall'uomo, nelle periferie, ai bordi dei centri - il paese, invece, è un margine per sé. Duro come la pietra, avido come la volpe rabbiosa, il paese è anche un’immagine che si trasforma eternamente.
Minacciato dallo spopolamento, testimone dei flussi migratori, soggetto a demolizioni culturali come la sparizione di feste di musica popolare nel circolo XY. Ridicolizzato come intellettualmente improduttivo e considerato arretrato rispetto al centro, il paese viene intanto svenduto attraverso le immagini e gli slogan della pubblicità. Queste aree addomesticate hanno bisogno di una radura selvatica, discorsiva e artistica. Allo sfruttamento compulsivo dell'intero ecosistema rispondiamo con modelli alternativi. Economie di sussistenza e del dono, occupazioni invece che lavoro, reddito di base, permacultura, riciclo. La discarica diventa il simbolo di un terreno fertile per una nuova crescita.

background-color

PROGRAMMA:

SABATO 20.05., DALLE ORE 18, HOTEL AMAZONAS



SULL’ARCHITETTURA PNEUMATICA / Conferenza di Thomas Herzig


L'architetto, inventore e autore Thomas Herzig presenta le sue ariose costruzioni ispirate alle forme della natura. Queste architetture gonfiabili si rivelano sorprendenti per diversi aspetti sia tecnici sia economici.
Oltre ai progetti realizzati nel campo dell'architettura pneumatica, Herzig lavora come interior designer per vari produttori europei o costruisce espansioni, modifiche e aggiunte architettoniche per diversi clienti privati. Tra i suoi progetti più importanti ricordiamo il design della grande manifestazione Life Ball di Vienna (2008) e l'entrata principale della mostra Fluxus50 a Wiesbaden (2012).
pneumocell.com


IN FUGA / Krach & Halbnarr


Krach & Halbnarr esplorano in profondità masse sonore e campi uditivi non ancora mappati. Controller alla mano, Krach & Halbnarr evadono la società dell’utilizzazione onnipresente addentrandosi in cavità misteriose. Una cascata assordante di detriti - o si tratta invece del riverbero di un temporale? Krach & Halbnarr sono Vinzenz Schwab e Andreas Stoiber.

Vinzenz Schwab crea nell'intervallo di un tempo perduto. I suoni da lui raccolti provengono da luoghi specifici e vengono poi rimescolati fino a tradursi in singoli campioni. Discontinui, distorti, rotti, graffiati ma tenuti insieme da improbabili cuciture – i tappeti sonori di Schwab liberano i nostri canali uditivi dai residui delle classifiche mainstream. Schwab collabora a volte con i compagni N.U. Unruh e FM Einheit della band Einstürzende Neubauten, ultimamente al REAL DEAL Festival 2016 a Vienna.

Quando non è impegnato in rumorose performance partecipative travestito in cartone e alluminio, come nel "Krach der Roboter", Andreas Stoiber tiene conferenze sulla sua collezione di radiodrammi in audiocassetta e workshop sul no-input mixer. Al berlinese per adozione piace inoltre suonare musica disco-funk e giocare con rare apparecchiature modulari analogiche. Tra le venue e i festival in cui ha suonato, ricordiamo Elevate Festival (Graz), Reheat Festival (Nickelsdorf), Velak Export (Vienna), Museum of Modern Art Passau, officina estiva per la Musica Sperimentale di Monaco, Bent! Festival (New York e Los Angeles).
Andreas Stoiber su Soundcloud

PAROS / Ursula Winterauer & Benjamin Tomasi


Per RIFIUTO – DESERTO – MAGGESE Ursula Winterauer e Benjamin Tomasi propongono un concerto e uno screening dedicato a un ristorante ex-sovietico nella periferia di Erevan, Armenia. Questo ristorante, apparso sullo sfondo di diversi film, fu costruito per i funzionari del partito comunista. Ormai in rovina, il ristorante troneggia su un colle da cui si può godere della vista della città di Erevan. L'area è già stata acquistata da un uomo d'affari: insieme alla sua favolosa vista e alle potenzialità di un luogo pubblico, l'area verrà occupata dal settore commerciale e dall’industria dell'intrattenimento. Il progetto prevede inoltre che la collina venga appiattita ed incorporata in un conglomerato di architettura funzionale già esistente.

Benjamin Tomasi, artista multimediale, impiega nel suo lavoro elementi sonori e scultorei, spesso contenenti sequenze sonore, dati sensoriali e materiali concreti. La materia e le sue trasformazioni si fondono con processi digitali ed elettronici, dando vita a installazioni poetiche. Tomasi ha studiato presso l'Università di Arti Applicate di Vienna e a Listahískóli Island (Islanda).

Ursula Winterauer lavora come musicista in vari progetti collaborativi. Lei è parte attiva del label Ventil Records nella gestione del caos digitale e analogico. Trova strutture nella disorganizzazione.

STAMPE ECO / Kathrin Schreier


Accanto al lavoro di restauratrice cinematografica, Kathrin Schreier si occupa di tecniche di stampa ecologica in cui impiega l'uso di materiali naturali come il feltro. La processualità e l'impermanenza dei costrutti di natura e cultura sono punti cardine della sua ricerca. Kathrin Schreier esplora le possibilità di una nuova materialità digitale, tenendo in considerazione il desiderio umano di legarsi alla natura per beneficiarne e preservarla al contempo.

Nel corso del dottorato nel dipartimento di studi cinematografici dell'Università di Potsdam, ha lavorato negli Archivi Nazionali in Kenya, Namibia e Sud Africa. Schreier ha frequentato l'Accademia di Belle Arti di Braunschweig in Germania e derHøgskulen i Volda in Norvegia ed è co-organizzatrice del Fever Creek Festival a Berlino. A Hotel Amazonas Kathrin Schreier creerà nuove eco-stampe con materiali trovati in loco.

ESSENZIALE / Julia Frank


Per HOTEL AMAZONAS - WASTELAND Julia Frank propone un lavoro fotografico sul maso Aspmayr a Vanga di Sotto, Renon. L'idea è quella di usare un oggetto tratto dalla serie “The body is our general medium for having a world” (2015) e di modellarlo e fotografarlo in diretto contrasto con l'ambiente immacolato del maso. L'immagine risultante sarà presentata all'interno di uno spazio pubblicitario, invitando visivamente lo spettatore a riflettere sulla fragilità dell'ambiente e sulla nostra responsabilità in relazione ad esso.

Julia Frank (1988, Laudes, Alto Adige), vive e lavora tra Londra e Glorenza. Ha studiato presso l'Accademia di Belle Arti di Carrara, l'Università BB.AA di Granada e il Royal College of Art di Londra. Le sue sculture e installazioni sono state esposte in mostre personali e collettive in diversi centri d'arte come: Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia; MUSEION, Bolzano; Camden Art Centre, Londra; Kunsthaus Merano Arte, Merano; Galleria Luciano Fascati & Südtiroler Künstlerbund, Coira; Villa Arson, Nizza e DOX Centre for Contemporary Art, Praga. Attualmente è impegnata in diversi progetti a Londra e Tel Aviv-Jaffa.

FALLIMENTO ORGANIZZATO – UN TENTATIVO

Una riflessione sulla scultura, il genere e l'eredità derivanti da un significativo periodo. Il lavoro di Hanspeter Mayr combina materiali quali il legno e il ferro, creando un campo di tensioni tra i concetti di tempo, cambiamento e impermanenza.


MUSICA E DANZA / DJ Agathe Bauer


DJ Agathe Bauer si muove con disinvoltura tra chanson e disco, lenti e trash, Popperle e chitarre distorte – avendo come fine ultimo la danza.


background-color

PROGRAMMA:

DOMENICA 21.05., DALLE ORE 16, HOTEL AMAZONAS



L’ECONOMIA DEL DONO / Lettura di Thomas Herzig


L’architetto Thomas Herzig si interessa anche di economia del dono. A Hotel Amazonas presenterà la sua ricerca, proponendo una rilettura di concetti come la proprietà, il lavoro e il reddito, sullo sfondo di una regione sempre più orientata al capitale.

Achtung! TRIGGER WARNUNG an alle LeserINNEN!
Diese Geschichte beschreibt ein Paradies voller Liebe, Sicherheit und Freiheit. Dieses Paradies funktioniert wirklich.
Sie zeigt aber auch die hässlichsten Abgründe der menschlichen Seele, vor allem jene, in welche das Geld die Menschen hineintreibt.
Manche dieser Abgründe kennen wir auch aus eigener Erfahrung, vielleicht sogar von uns selbst.
Dieses Buch wird deine Gefühle nicht schonen und keine Rücksicht auf deine bisherigen Einstellungen nehmen.
Es konfrontiert dich mit einem greifbaren Modell für eine bessere Welt, aber auch mit Skrupellosigkeit, Intrige, und brutalster Gewalt.
Die Sprache ist überwiegend nicht gegendert. Die Dialoge und Gedanken sind wie im realen Leben oft nicht politisch korrekt.

Wenn du Angst bekommen solltest, dass der Inhalt dieses Buches deine Gefühle verletzen könnte, dann lege das Buch lieber weg, und ziehe dich in deinen Safe Space zurück.


IL REDDITO DI BASE INCONDIZIONATO PER TUTTI / Sepp Kusstatscher


"I contributi sociali" sono un sostegno dello Stato ai cittadini più bisognosi, mentre il "reddito di base" è un'erogazione monetaria, a intervallo di tempo regolare, distribuita a tutti coloro dotati di cittadinanza e di residenza. Il reddito di base dovrebbe essere in grado di consentire una vita dignitosa ed essere cumulabile con altri redditi (da lavoro, da impresa, da rendita), indipendentemente dall'attività lavorativa effettuata, dalla nazionalità, dal sesso, dal credo religioso e dalla posizione sociale. Il reddito di base viene erogato durante tutta la vita del cittadino.
Nel corso della sua conferenza Sepp Kusstatscher traccerà la storia di questa teoria, riflettendo sulle possibilità e le trasformazioni sociali che ne possono derivare.
Ulteriori informazioni: grundeinkommen.de

Sepp Kusstatscher (*1947), laureato in teologia, è stato sindaco di Villandro (1974 - 1985), consigliere provinciale dell'Alto Adige con la Südtiroler Volkspartei, consigliere regionale del Trentino-Alto Adige. Nel 1999 uscì dalla SVP, per poi aderire al partito dei Verdi altoatesini. Tra altre cariche è stato deputato del Parlamento europeo, eletto nel 2004 per la Federazione dei Verdi, membro della Commissione per l'occupazione e gli affari sociali. I suoi interessi politici principali sono: la lotta contro la realizzazione della Galleria di base del Brennero, la tutela della biodiversità e dell'ambiente e il reddito di cittadinanza. Sepp Kusstatscher è sposato, padre di due figlie, nonno di quattro nipoti e pensionato dal 2009.

BAUER UNSER / Documentario, Austria 2016, regia: Robert Schabus


In "Bauer Unser" il regista Robert Schabus ci racconta, con l'occhio di un osservatore imparziale, il settore dell'agricoltura in Austria. Tra gli agricoltori biologici così come tra gli esperti di ingegneria agraria, regna un sentimento comune: così non va e non può più continuare. Il mantra dell’industria – più in alto, più veloce, più avanti - viene messo in discussione da tutti loro. "Bauer Unser" è un film che mostra come, sempre più spesso, politiche economiche e sociali siano influenzate dalle esigenze dell'industria. Lontano da un immaginario di perfezione rurale, nel film troviamo anche momenti di speranza.
Inizio alle ore 19:45



DISPENDIO

Il sole si consuma, mentre brucia ed emana la sua energia. Le pietre diventano superfici roventi, esaurendosi inevitabilmente. Il vento soffia su di esse, fende l'erba alta, ne solca la superficie. Di notte, il canto acuto dei grilli si insinua nelle nostre anime.
L'azione è dépense! Dispendio come principio fondamentale della vita umana, scrive Bataille. Alla scomparsa delle aree rurali noi rispondiamo con pale, forche e rastrelli d’arte. Inventiamo le basi dove può emergere qualcosa di nuovo, fragile, ma presente. Laddove abbondano spazio, aria e altri elementi naturali, scarseggiano vicinanza, confronto, discorsi culturali e il riconoscimento del paradosso; la sensibilità creativa conduce a percorsi insoliti, e la generosità degli artisti è in grado di sabotare la crosta dello status quo. Incontri, visioni e interventi artistici liberano energie fresche - diffondendo il motto di quest'anno: lasciateci sprecare!

background-color

PROGRAMMA:

SABATO 17.06, DALLE ORE 18, HOTEL AMAZONAS



Julius Deutschbauer


Tesoro, ho ristretto di nuovo almeno 100 corani
Traendo ispirazione dalla disputa tra libri moderni e antichi di Jonathan Swift, Julius Deutschbauer immagina una sfida tra il Corano, L'uomo senza qualità di Robert Musil, Le donne dei dittatori di Diane Dukret e Mein Kampf di Adolf Hitler. In scena vi sono anche una piccola vasca di plastica, un secchio d'acqua e una siviera.
Durata: 15 minuti ca.

Prost Mahlzeit
Julius Deutschbauer beve fino all'esaurimento mentre legge pagine tratte da: Ulisse di James Joyce, Una modesta proposta per evitare che i bambini dei poveri diventino un peso per i loro genitori o per lo Stato di Jonathan Swift, Gli ultimi pensieri di Tranchier sul aumento del piacere e del terrore di Ror Wolf.
Durata: 20 minuti ca.

Julius Deutschbauer, (1961, Klagenfurt, AT) è performer, artista visivo, film-maker e autore, senza fissa dimora.
julius.deutschbauer.com

IL SIGNORE DELLE PILLOLE / David Jagerhofer


Secondo uno studio di economia la coscienza dello sprecone è legata al concetto di esaurimento. Nonostante l'ottimizzazione, l'efficienza e la razionalizzazione che investono la società, la sensazione di esaurimento non scompare, al contrario, la limitazione dell'eccesso la induce ancor di più. Infine arriva l’inquietante signore delle pillole: le pesa, le gratta, le mescola, le scuote, le misura e le rimesta, le incapsula e non presta attenzione alle dosi. A ognuno una pillola, più pillole e una mezza pillola, in modo che i conti, che non tornano mai, siano infine giusti.

David Jagerhofer (1966, Klagenfurt, AT), vive e lavora a Vienna. Ha realizzato numerosi progetti e spettacoli in festival e centri d'arte come Brut (Vienna), Kampnagel (Amburgo), Donaufestival (Krems), God’s Entertainment/Supernase & Co e Theater des Verhinderns (Julius Deutschbauer). Ha lavorato come attore, cameraman e montatore in diversi film.

VIRAVOLTA / Andreas Trobollowitsch


Andreas Trobollowitsch vive a Vienna dove lavora come compositore, performer e artista visivo. Attivo nel campo della composizione elettroacustica e dell'improvvisazione, ha composto musiche per il teatro, la danza, il cinema e la radio. Trobollowitsch trasforma oggetti di uso comune in strumenti musicali, suonati attraverso movimenti rotatori, vibrazioni e sistemi di feedback, come ad esempio ventilatori e strumenti a corda preparati. Interessato alla dicotomia tra la dimensione fisica e intellettuale, esplora nei suoi lavori la compresenza di aspetti visivi, spaziali, cinetici in relazione al suono.

trobollowitsch.hotglue.me
Vimeo
Soundcloud

EU, DAMA DA NOITE / Muriel Senoner


Il contributo di Muriel Senoner per DISPENDIO è un tentativo di avvicinarsi alla tesi di Bataille sul concetto di dispendio-spreco-generosità, allontanandosi dai paradigmi produttivi della vita di tutti i giorni. Emergono domande su forme attuali e paradossali di dispendio in relazione alle idee di Bataille. Nella spinta autodistruttiva dell'umanità potrebbe esserci una mancanza di dispendio improduttivo? (O si tratta di una naturale continuazione del successo dei più grandi dispendi descritti da B., la crocifissione?)

Muriel Senoner ha studiato scultura a Berlino e Milano. Vive e lavora a Bolzano. Concepisce il suo lavoro come un modo di scandagliare sistemi di pensiero e di funzionamento della società.

RESIDENCY / Marianne Vlaschits


“I maiali conducono una complessa vita sociale, riconoscono il proprio riflesso nello specchio, cantano ninne nanne ai loro piccoli, e sviluppano diverse personalità. Tuttavia li incontriamo serviti sul piatto, più che come animali domestici, il che sarebbe del tutto ragionevole vista la loro intelligenza. I maiali sono i miei animali preferiti, ho creato un grande archivio visivo dedicato a loro, ma non sono ancora riuscita a lavorare direttamente con maiali vivi. A Hotel Amazonas vorrei trascorrere molto tempo con i maiali: osservarli, disegnarli e dipingerli. Traendo ispirazione dagli altari alpini, vorrei realizzare una volta celeste di maiali e presentarla come grande installazione”. Marianne Vlaschits

Marianne Vlaschits (1983, vive e lavora a Vienna) ha studiato presso l'Accademia di Belle Arti di Vienna (2005-2010) e alla Slade School of Arts di Londra. Il suo lavoro è stato presentato presso istituzioni e gallerie quali KW per l'Arte Contemporanea di Berlino, Kunsthalle Wien, Salzburger Kunstverein e NY Watermill Center, DUVE (Berlino), Styx Projects (Londra), Kevin Spacey (Vienna), Global Talks (Stockholm) e Nile Sunset Annex (Cairo).
mariannevlaschits.com


PARTNERS:
~


Slider lovingly built by @intllgnt